Valeggio sul Mincio

Al confine fra due regioni, Lombardia e Veneto, a sud del Lago di Garda, Valeggio sul Mincio è situato nell'anfiteatro naturale delle colline moreniche che si affacciano sulla pianura padana, vicino a due splendide città d’arte, Verona e Mantova La Valle del Mincio, che lo attraversa da nord a sud, si rivela un paesaggio di grande suggestine naturalistica, una fascia verde fra le più belle del basso Lago, una sinuosa strada d'acqua che indugia tra anse e canneti, habitat e rifugio di numerose specie di uccelli L'economia valeggiana, molto legata al territorio, è basata su una fiorente agricoltura, una radicata tradizione artigiana ed una crescente attività industriale, che non ha comunque ostacolato il consolidarsi, negli ultimi decenni, di un'apprezzata vocazione turistica Classificata "Città d'Arte" per il patrimonio artistico che lgenuina a distingue, Valeggio sul Mincio può offrire molto a tutti coloro che vogliono trascorrere un soggiorno all'insegna della cultura, della natura e della gastronomia più genuina

Storia

Data la sua strategica posizione geografica, Valeggio è stato per secoli la porta occidentale del Veneto Nella Valle del Mincio sono stati rinvenuti numerosi reperti archeologici, i più antichi dei quali risalgono all'Età del Bronzo (1500 ,1300 a C ) e testimoniano che questa zona è sempre stata luogo privilegiato per insediamenti sia civili che militari La nascita di Valeggio e Borghetto, i cui toponimi significano rispettivamente "luogo pianeggiante" e "insediamento fortificato", è collocabile in epoca longobarda (VIII , IX sec d C ), mentre è con l'inizio del secondo millennio che il territorio valeggiano viene annesso alla Corona Imperiale Germanica Fra il XIII ed il XIV sec d C furono edificate le due grandi fortificazioni medievali che tuttora dominano il paesaggio, il Castello Scaligero ed il Ponte Visconteo, unite poi in un'unica struttura difensiva, il Serraglio, che si estendeva per gran parte della pianura veronese Dal 1405 al 1797, Valeggio fece parte dei dominii della Serenissima Repubblica di San Marco, ma con l'andare del tempo venne meno il suo ruolo strategico di presidio militare di confine, affermandosi invece come importante centro agricolo e molitorio, oltre che rinomato mercato dei bachi da seta Dopo i tragici scontri delle campagne napoleoniche e la conseguente caduta della Serenissima, nel 1815 insieme alla Lombardia ed al Veneto, passò sotto la corona dell'Imperial Regio Governo Austriaco La successiva epopea risorgimentale vide svolgersi sulle colline e nelle campagne intorno a Valeggio le sanguinose battaglie (1848 , 1859 , 1866) che portarono alla riunificazione politica dell' Italia sotto la monarchia sabauda

Come arrivare

AUTO: A4 Milano/Venezia, uscita Peschiera del Garda, 10 km A22 Modena/Brennero, uscita Nogarole Rocca, 16 km TRENO: FS Peschiera del Garda + Linea autobus APAM (tel 0376 230299 , www apam it) FS Verona PortaNuova + Linea autobus APT,VR (tel 045 8057922 , www aptv it) AEREO: Aeroporto "Valerio Catullo" Villafranca di Verona, 15 km (tel 045 8095666)

Prodotti tipici

L'offerta dei piatti e delle specialità si presenta molto ricca e variata ed è sicuramente in grado di soddisfare le esigenze di tutti i tipi di clientela, anche per quanto riguarda il servizio, indirizzato ad offrire un momento di ospitalità indimenticabile Il tortellino di Valeggio (protagonista assoluto sulle tavole valeggiane, cui gli amici della Associazione Ristoratori hanno dedicato la leggenda del "Nodo d'Amore ed una festa annuale sul Ponte Visconteo con una tavolata di oltre 600 metri e 3500 ospiti) è il principe di questa offerta gastronomica, circondato da altri validissimi piatti: tutte le paste vengono fatte in casa, per dar vita ai tortelli di stracchino, al sedano di Verona, di magro, con la zucca , a testimonianza dei rapporti di buon vicinato con Mantova,, le tagliatelle con i funghi porcini o con ragù di cacciagione, i risotti nelle numerose proposte La scelta che può cadere sui secondi piatti è altrettanto completa: trota, lavarello e luccio con la polenta rappresentano un classico; i bolliti, accompagnati dalla pearà, le carni alla griglia , di manzo, di maiale, il pollo, sono altre specialità che hanno contribuito a rendere famoso Valeggio sul Mincio In tutti i ristoranti si possono scegliere i dolci fatti in casa: crostate alla frutta, tiramisù, mentre i forni e le pasticcerie offrono il tipico dolce di Valeggio: la torta delle Rose In alternativa si possono gustare le frutte sciroppate che ogni locale prepara: pere, pesche, uva, albicocche I vini Bianco di Custoza, Bardolino, Bardolino Chiaretto e Colli Morenici Mantovani del Garda costituiscono il naturale abbinamento alle specialità della cucina veleggiana, mentre le grappe della zona chiudono in bellezza il momento conviviale

Monumenti

Castello Scaligero (sovrasta Valeggio e la valle del Mincio dalla sommità della collina, da marzo ad ottobre - domenica e festivi - indicativamente 10,00 - 13,00 e 15,00 - 18,00 - salita alla sommità del mastio delle due torri laterali) Ponte Visconteo (Borghetto) Chiesa di San Marco Evangelista (Nei pressi del piccolo Ponte San Marco, di fronte alla chiesa) Chiesa di San Pietro in Cattedra (in centro a Valeggio) Palazzo Guarienti (via Murari) Villa Maffei Sigurtà e Parco Giardino Sigurtà (da marzo a novembre - tutti i giorni 9,00 - 18,00)

Eventi

IV DOMENICA DEL MESE - Mercato dell'antiquariato, Piazza Carlo Alberto e centro storico; GIUGNO - Festa del nodo d'amore, Ponte Visconteo, L'accesso è consentito solo con biglietto, da prenotare e acquistare presso i ristoranti aderenti all'Associazione Ristoratori Valeggio (per info http://www valeggio com/it/festa,del,nodo,damore html); MARZO - Antica Fiera di San Giuseppe, località Vanoni Remelli; MARZO - Antica Sagra di Borghetto; MAGGIO - Sagra di Santa Eurosia; LUGLIO - Sagra di Salionze; LUGLIO - Fiera di Valeggio; LUGLIO / AGOSTO - Rassegna Estiva di Spettacolo e Cultura: Cinema tra le Torri, nel cortile del Castello Scaligero; DICEMBRE - "Arriva, arriva Santa Lucia !", in piazza Carlo Alberto

Percorsi

Le colline Moreniche del Risorgimento italiano

Le colline Moreniche del Risorgimento italiano

<p>Alla scoperta delle <strong>Colline Moreniche</strong> nelle provincie di Brescia e Mantova, tra borghi antichi, natura, storia e cultura, visitando alcuni siti storici di importanza nazionale per il <strong>Risorgimento Italiano</strong> e le...

Anello delle terre del Custoza

Anello delle terre del Custoza

In bicicletta nelle dolci colline moreniche tra Verona e il Lago di Garda

<p>Alla scoperta di un territorio unico nell'<strong>entroterra del Garda</strong>, visitando le dolci <strong>colline moreniche</strong> della provincia di Verona, per conoscere la loro storia, la loro cultura i prodotti tipici che le...

Nazione: IT

Regione: Veneto

Provincia: Verona

Indirizzo: Piazza Carlo Alberto, 32

Telefono: +39 0456339800

Fax: +39 0456370290

Altitudine (min/max): 54/192

Superfice (Kmq): 63.96

Popolazione: 14175

Nome abitanti: valeggiani

Densità (ab. per Kmq): 226

Frazioni: Santa Lucia, Salionze, Borghetto, Vanoni

Comuni limitrofi: Castelnuovo del Garda , Marmirolo (MN) , Monzambano (MN) , Mozzecane , Peschiera del Garda , Ponti sul Mincio (MN) , Roverbella (MN) , Sommacampagna , Sona , Villafranca di Verona , Volta Mantovana (MN)

Classe climatica: E

Classe sismica: 2

Santo patrono: San Giorgio

Giorno festivo: 23 aprile