Verona

Verona ha un centro storico antichissimo, molto esteso e ben conservato Municipio romano del 49 a C , conserva segni importanti di quel prospero periodo L'anfiteatro romano chiamato Arena, oggi fra i più famosi teatri all'aperto del mondo, il Teatro Romano, l'Arco dei Gavi e le monumentali porte (Porta Borsari e Porta dei Leoni) sono opere grandiose destinate a sfidare i millenni Notevoli le architetture lasciateci dagli Scaligeri all'epoca della Signoria e dagli Austriaci durante il Rinascimento, ma ci sono anche case, palazzi e piazze di ogni epoca e stile, con tinte calde e morbide Le chiese della città sono innumerevoli e di grande pregio storico,artistico Ne citiamo alcune fra le più importanti: la Basilica di San Zeno, esempio perfetto di stile romanico, è dedicata al Santo Patrono della città e le formelle di bronzo che ne adornano le porte lignee, sono un capolavoro della scultura locale Le chiese di San Fermo, Santi Apostoli e San Lorenzo appartengono allo stesso periodo mentre la chiesa di Sant'Anastasia fu costruita durante la Signoria scaligera e dospita straordinari affreschi di Pisanello ed Altichiero La chiesa di San Giorgio è attribuita a Sanmicheli, architetto che lavorò a molti dei più importanti palazzi e fortificazioni della città Un piccolo balcone di marmo ricorda i più famosi versi della tragedia di Shakespeare, nei quali Romeo dichiare il suo amore a Giulietta, l'immortale eroina shakesperiana L'edificio, che risale probasbilmete al XIII secolo, ha una facciata in mattoni in cotto ed ampie finestre triolobate secondo la tradizione di tratta della casa dove viveva la bella Giulietta che, per vedere l'amato Romeo, si affacciava da questo balcone La sua tomba, invece, si trova in un antico monastero L'altro eterno simbolo di Verona è l'Arena: l'imponenza dei resti romani, la perfezione delle scenografie e delle musiche danno agli spettacoli dell'Arena quel fascino inimitabile che dal 1913 attira grando folle di spettatori ad una delle più prestigiose stagioni operistiche Ogni anno il ricco programma comprende opere, concerti e balletti Verona offre anche interessanti avvenimenti folkloristici tra i quali il "Bacanal del Gnoco" , il carnevale veronese, giunto alla 475^ edizione Il territorio della provincia Scaligera è attraversato da nord,ovest a sud,est dal fiume Adige: una decina di ponti unisce oggi le due parti della città, ma nel periodo romano Verona avevo solo due ponti: il Pons Postumius (non più esistente) ed il Pons Marmoreus Quest'ultimo, conosciuto come Ponte Pietra, ditrutto durante l'ultimo evento bellico, è stato ricostruito esattamente come l'originale suggestivo anche il Ponte Scaligero, nei pressi di Castelvecchio, anch'esso, come il precedente, esclusivamente ad uso pedonale, fu costruito e fortificato durante la Signoria dei Della Scala per scopi civili e militari

Storia

Verona sorge in epoca preistorica probabilmente presso l'attuale Ponte Pietra, dov'era il guado dell'Adige lungo la via del sale e dell'ambra dall'Adriatico alla Germania Fondata forse dai veneti, (Reti, Euganei e forse Galli cenomani), ebbe grande importanza in età romana, e acquistò la cittadinanza romana nel 49 a C Nel 312 Pompeiano, generale di Massenzio, fu vinto e ucciso presso Verona da Costantino Divenuta cristiana nel IV secolo fu, a metà del V sede amata del re ostrogoto Teodorico e quindi ducato longobardo e sede di Pipino re d'ltalia nell'impero carolingio Nel secolo Xl Verona è unita alla Marca di Baviera, nel 1136 si dà la libertà comunale Verona fu sede pontificia con Papa Lucio III (Ubaldo Allucignoli di Lucca) dal 1181 al 1185, anno in cui si è celebrato a Verona il Conclave che elesse Papa Urbano III Papa Lucio III è sepolto nel coro, nel Duomo, dove c'è una lapide tombale Passata in potere di Ezzelino da Romano, dà inizio nel 1277 alla Signoria Scaligera, che dura fino al 1387 quando Verona cade in mano ai Visconti Nel 1405 Verona si offre liberamente a Venezia, sotto il cui governo rimane fino al 1796 quando la repubblica veneta e invasa da Napoleone Verona nel 1814 è occupata dall'Austria, e ritorna all'ltalia nel 1866

Come arrivare

AEREO: Aereo La città di Verona è servita dall'Aereoporto Catullo che si trova a circa 15 km dal centro, negli ultimi anni l'Aereoporto ha ampliato i suoi collegamenti ed ha accresciuto il numero dei passeggeri I voli nazionali ed internazionali sono assicurati sia da compagnie di linea che da compagnie low cost Controllate on line le destinazioni, gli orari e le tariffe Per raggiungere il centro potete prendere in aereoporto l'aereobus che offre corse ogni 20 minuti circa e che vi porta in Stazione AUTOBUS: Da Padova Linea Padova,Mantova, stazione di Montagnana (a ridosso delle mura, zona SUD della città) Da Bologna Interregionale per Venezia, scendere a Monselice e cambiare per Montagnana Oppure Servizio Sita di corriere per Montagnana da Padova Piazzale Boschetti via S S Adriatica TRENO: La stazione ferroviaria principale è la "Verona Porta Nuova", sita in prossimità del centro della città Verona è collegata molto bene sia con i treni nazionali che con quelli internazionali, in particolare passa da Verona la linea che collega l'Italia con la Germania Da Milano poi è possibile raggiungere Verona con treni diretti ed intercity, controllate on line orari, tariffe e promozioni AUTO: Se invece volete raggiungere comodamente Verona con la vostra automobile dovete sapere che la città è raggiungibile con l'autostrada A4 (Milano/Venezia – uscita Verona Sud) o con la A22 (autostrada Brennero,Modena – uscita Verona Nord) Oltre ai collegamenti autostradali, potete arrivare comodamente con le seguenti strade statali: SS 11, Padana Superiore: Milano – Venezia (Brescia , Verona , Vicenza , Padova , Mestre) SS 12 , Dell'Abetone e del Brennero: Brennero – Pisa (Bolzano , Trento , Verona , Modena , Lucca) SS 62 , Della Cisa: Verona , Parma

Prodotti tipici

Molti prodotti tipici della provincia di Verona sono simili a quelli delle altre città venete tra i piatti tradizionali ci sono la zuppa scaligera, gli gnocchi al burro conditi con salsa con spezzatino di carne di cavallo per quanto riguarda i dolci abbiamo: il classico pandoro, i “natalini” e la “bressadella “ pasquale

Monumenti

Mura Romane (visibili esternamente) Mura Scaligere (visibili esternamente) Mura Veneziane (visibili esternamente) Mura Austriache (visibili esternamente) Castelvecchio (visitabile nel percorso mussale) Castello del Montorio (visivile esternamente e visitabile solo la corte maggiore) Arena (da martedì a domenica - 9,00 - 19,00 - chiuso il lunedì - durante la stagione lirica, nei giorni di rappresentazione - 9,00 - 15,30) Arco dei Gavi (visibile esternamente) Casa di Giulietta (da martedì a domenica - 9,00 - 19,00 - lunedì - 13,30 - 19,30) Area archeologica del Teatro Romano (da martedì a domenica - 9,00 - 19,00 - lunedì 13,45 - 19,30) Arche Scaligere – Arca di Cangrande I (visibile esternamente - da giugno a settembre è possibile la visita dell'area interna del recinto e della torre dei Lamberti con biglietto unico) Arche Scaligere – Arca di Mastino II (visibile esternamente - da giugno a settembre è possibile la visita dell'area interna del recinto e della torre dei Lamberti con biglietto unico) Arche Scaligere – Arca di Cansignorio (visibile esternamente - da giugno a settembre è possibile la visita dell'area interna del recinto e della torre dei Lamberti con biglietto unico) Arche Scaligere – Arca di Alberto I (visibile esternamente - da giugno a settembre è possibile la visita dell'area interna del recinto e della torre dei Lamberti con biglietto unico) Arche Scaligere – Arca di Giovanni della Scala (visibile esternamente - da giugno a settembre è possibile la visita dell'area interna del recinto e della torre dei Lamberti con biglietto unico) Chiesa di San Zeno (feriale - 10,00 - 18,00 - festivi 13,00 - 18,00 Le visite sono sospese durante le cerimonie religiose Possibilità di biglietto cumulativo per le 5 chiese di San Zeno Maggiore, S Anastasia, San Lorenzo, San Fermo Maggiore ed il Duomo) S Anastasia San Lorenzo San Fermo Maggiore Duomo

Musei

Museo di Castelvecchio (C.So Castelvecchio, 2 - tel.+39 0458062611 - martedì , domenica 8.30/19.30 e chiusura cassa 18.45; lunedì 13.30/19.30) Centro Internazionale di Fotografia Scavi Scaligeri , Cortile del Tribunale (Piazza Viviani - tel.+39 0458007490 - martedì , domenica 10.00/19.00 e chiusura cassa 18.30. Chiuso il lunedì visitabile solo in occasione di mostre fotografiche) Museo di Storia Naturale (Lungadige Porta Vittoria, 9 - tel.+39 045807940 - da lunedì a giovedì 9.00/17.00; sabato e domenica ore 14.00/18.00, chiuso il venerdì) Galleria d'Arte Moderna Palazzo Forti (Volto due Mori, 4 - tel.+39 0458001903 - martedì,domenica 10.30/19.00 chiusura biglietteria 18.00 , chiuso il lunedì) Museo Archeologico al Teatro Romano (Regaste Redentore, 2 - tel.+39 0458000360 martedì , domenica 8.30/19.30; lunedì 13.30/19.30) Museo degli Affreschi "G B Cavalcaselle" e tomba di Giulietta (Via Del Pontiere, 35 - tel.+39 0458000361) Museo Lapidario Maffeiano (Piazza Bra, 28 - tel.+39 045590087 - martedì , domenica 8.30/14.00; Chiusura cassa 13.15; Lunedì chiuso) Centro internazionale di fotografia Scavi Scaligeri (da martedì a domenica 10.00/19.00; chiuso il lunedì e visitabile solo in occasione di mostre fotografiche)

Eventi

III SABATO DEL MESE - Mercato delle 3 A; FEBBRAIO - Luxury and Yachts; FEBBRAIO - Manifestazioni di Carnevale: “Venerdì gnocolar”, “Sabato Filippinato”, “Luni pignatar”; APRILE - Vinitaly; APRILE - Sol: Salone dell'olio d'oliva; GIUGNO/AGOSTO - Festival dell'opera lirica; NOVEMBRE - Fieracavalli; DICEMBRE/GENNAIO - Rassegna internazionale di presepi;

Percorsi

I Monti Lessini in bicicletta

I Monti Lessini in bicicletta

Tra i paesaggi collinari della Lessinia, con uno sguardo a Verona

<p>Isolata tra la valle dell'Adige, i Monti Lessini e la Valdagno, la <strong>Lessinia</strong> non è attraversata da grandi vie di comunicazione ed è poco nota. Si tratta di una <strong>zona collinare</strong> che si alza gradualmente dalla...

Due Ruote in città: Verona, l'eterna romantica

Due Ruote in città: Verona, l'eterna romantica

Un tour in bicicletta per Verona, città degli innamorati e ricca di storia

<p>Vero concentrato di testimonianze artistiche, storiche e culturali, <strong>Verona </strong>è una delle città più belle d’Italia. Arcinota per aver accolto la drammatica storia d'amore di<strong> Romeo e Giulietta</strong>, la città...

Nazione: IT

Regione: Veneto

Provincia: Verona

Indirizzo: Piazza Bra,1

Telefono: +39 0458077111

Fax: +39 0458066483

Altitudine (min/max): 34/756

Superfice (Kmq): 206.64

Popolazione: 264475

Nome abitanti: veronesi

Densità (ab. per Kmq): 1278

Frazioni: Alpone, Avesa, Bassone, Borgo Verdi, Ca' di David, Caio, Cancello, Chievo, Corno, Falcona, I Molini, La Costa, Madonna di Dossobuono, Magrano, Marchesino, Marzana, Mizzole, Montorio, Moruri, Novaglie, Olivè, Palazzina, Parona di Valpolicella, Pigozzo, Poiano, Quinto di Valpantena, Quinzano, Rizza, San Felice, San Massimo, San Massimo all'Adige, San Michele Extra, San Pancrazio, Santa Maria in Stelle, Trezzolano, Vendri

Comuni limitrofi: Bussolengo , Buttapietra , Castel d'Azzano , Grezzana , Mezzane di Sotto , Negrar, Pescantina , Roverè Veronese , San Giovanni Lupatoto , San Martino Buon Albergo , San Mauro di Saline , San Pietro in Cariano , Sommacampagna , Sona , Tregnago , Villafranca di Verona

Classe climatica: E

Classe sismica: 2

Santo patrono: San Zeno

Giorno festivo: 21 maggio