Villafranca di Verona

Sulla strada per Mantova, poco fuori da Verona, si raggiunge questo centro di chiara impronta urbana medievale Anche se l'aspetto della cittadina è ottocentesco, vi si conservano alcuni monumenti come la chiesetta della Paglia, e il castello, costruito in diverse fasi a partire dal 1202 Ancora munita di fossa, questa opera strategica, già importante per la difesa della Verona scaligera, conserva una struttura quadrata e sette torri Al suo interno ospita un Museo del Risorgimento

Storia

La quasi totale l'assenza di reperti archeologici nel Villafranchese , se si escludono gli sporadici ritrovamenti tombali d'età neolitica e soprattutto i grandi blocchi di pietra appartenuti ad un monumento dedicato all'imperatore Tiberio (I sec d C ), impiegati nelle fondazioni della torre centrale del castello ma di provenienza sconosciuta , fa ritenere che l'abitato sia realmente di fondazione recente Villafranca nasce infatti ufficialmente il 9 marzo del 1185, quando il consiglio maggiore di Verona decide la fondazione di un insediamento abitato all'estremità occidentale della Campagna Veronese, ai confini con Mantova Fu promosso l'arrivo di nuovi abitanti con la promessa di renderli esenti dalla tassazione altrimenti gravante su tutti gli abitanti del contado (è questo il significato etimologico del nome Borgo Libero, ossia Villafranca) Ad ogni colono furono assegnati 33 campi veronesi, di cui uno per la casa e 32 per la terra da coltivare In gioco era soprattutto la difesa del territorio contro Mantova lungo la direttrice dell'importante arteria già esistente ai tempi di Roma, l'antica via Postumia, in un punto assai strategico per le comunicazioni Il comune di Verona diede perciò grande importanza militare a Villafranca e qui volle edificare fin da subito una struttura fortificata, mutatasi poi in castello (1243) e infine, sotto gli Scaligeri (1345,1355), nel perno di un sistema difensivo che, insieme alle rocche di Nogarole e di Valeggio, costituiva il cosiddetto Serraglio, una grande muraglia intervallata da torri e fortilizi di cui oggi rimangono soltanto poche tracce La funzione originaria di avamposto militare si conservò inalterata per tutto il primo periodo della dominazione veneziana (1405,1518) Poi, con l'avvento delle artiglierie e il rifacimento delle fortificazioni avvenute a Verona nei primi decenni del Cinquecento, la situazione a Villafranca mutò radicalmente La città si trasforma in stazione di posta e di esazione daziaria per i mercanti e i trasportatori che collegano Mantova a Verona, mentre il castello, che già alla fine del Quattrocento ospitava le abitazioni di una piccola comunità ebraica, è concesso in usufrutto a privati

Come arrivare

AUTO: Villafranca di Verona si trova a sud ovest di Verona E' facilmente raggiungibile dalle principali uscite autostradali della zona Proveniendo da Verona si percorre la SR62 per circa 15 Km trovandosi direttamente in centro Per chi proviene da Venezia o Milano l'uscita consigliata è quella di Sommacampagna a soli 5 Km di distanza Se si proviene da Firenze, Bologna Modena, l'uscita consigliata è Nogarole Rocca che dista circa 5 Km dal Centro AEREO: L'Aeroporto Valerio Catullo si trova proprio a Villafranca di Verona, ed è collegato alla stazione ferroviaria di Verona da un servizio giornaliero di Navetta/Aerobus disponibile ogni 20 minuti (per info:892021) TRENO: La stazione principale è VERONA PORTA NUOVA, che si trova all'incrocio tra la linea Milano , Venezia e la linea Brennero – Roma Esistono collegamenti con tutte le maggiori stazioni ferroviarie italiane per mezzo di treni diretti, Intercity e Eurostar durante tutto l'arco della giornata Tempi approssimativi di percorrenza: da Padova 1 ora; da Vicenza 40 minuti; da Venezia 1 ora e mezza; da Milano 2 ore; da Roma 5 ore Dalla stazione si può accedere agli autobus per Villafranca, grazie al servizio navetta dell'aeroporto da e verso la stazione sito proprio a Villafranca Tuttavia dalla stazione è possibile anche usufruire delle linee di autobus urbane (APTV) che stazionano proprio davanti alla stazione di Porta Nuova e che raggiungono ogni punto del comune nonché della provincia Veronese

Prodotti tipici

Oltre ai prodotti che ricorrentemente caratterizzano ogni comune della provincia, strettamente legati alle possibilità geografiche che lo stesso territorio offre ( come i pesci d'acqua dolce grazie alla presenza del Garda, o gli agrumi grazie al clima che si trova sulle rive del medesimo lago); per questo comune spicca una singolare produzione dolciaria: Le sfogliatine di Villafranca Questi ultimi sono biscotti soffici e friabili di forma circolare, dalla fragranza burrosa e dal colore ambrato chiaro, quasi dorato

Monumenti

Castello (Piazza Castello, per la visita chiedere alla Biblioteca Comunale) Oratorio di San Giovanni della Paglia (via San Giovanni di paglia) Obelisco (fine via quadrato) Oratorio di San Rocco (periferia nord del capoluogo di Villafranca) Duomo dei Santi Pietro e Paolo (sorge al centro della cittadina) Chiesa della Disciplina (in fondo al corso principale della cittadina) Palazzo Gandini Bugna - ora Bottagisio (per la visita chiedere alla Biblioteca Comunale). Chiesa dei Frati Cappuccini (per la visita chiedere al Convento).

Musei

Palazzo del Trattato e Museo del Risorgimento (sabato e domenica, dalle 15 alle 19, e seconda domenica del mese, anche 9,12 , Via Pace) MUSEO NICOLIS (si trova nel capoluogo in via Postumia. Aperto tutto l'anno) MUSEI E GALLERIE D' ARTE (viale Postumia)

Eventi

GIUGNO - Fiera di San Pietro; DICEMBRE / GENNAIO - Fiera di Natale, spettacoli in piazza Giovanni XXIII e lungo le vie del centro storico, assegna di presepi e mostre a tema; NATALE - Fiera con le bancarelle, in via Pace; Carnevale, presentazione maschere locali Castellano e la Regina Sfoiadina (ll martedì, ultimo giorno di carnevale, l'imponente sfilata di carri); SECONDA DOMENICA DEL MESE - Mercato dell'Antiquariato, all'ombra del Castello con le bancarelle dislocate lungo il centrale corso Vittorio Emanuele, dalla graziosa chiesetta di San Rocco al Castello, passando davanti al Duomo e alla chiesa della Disciplina; LUGLIO - Vetrina di bacco; NOVEMBRE - Festa del novello; GIUGNO / AGOSTO - Estate al Castello

Percorsi

Anello delle terre del Custoza

Anello delle terre del Custoza

In bicicletta nelle dolci colline moreniche tra Verona e il Lago di Garda

<p>Alla scoperta di un territorio unico nell'<strong>entroterra del Garda</strong>, visitando le dolci <strong>colline moreniche</strong> della provincia di Verona, per conoscere la loro storia, la loro cultura i prodotti tipici che le...

Nazione: IT

Regione: Veneto

Provincia: Verona

Indirizzo: Corso Garibaldi, 24

Telefono: +39 0456339111

Fax: +39 0456339200

Altitudine (min/max): 39/83

Superfice (Kmq): 57.43

Popolazione: 32866

Nome abitanti: villafranchesi

Densità (ab. per Kmq): 577

Frazioni: Alpo, Rosegaferro, Quaderni, Pizzoletta, Dossobuono, Rizza

Comuni limitrofi: Castel d'Azzano , Mozzecane , Povegliano Veronese , Sommacampagna , Valeggio sul Mincio , Verona , Vigasio

Classe climatica: E

Classe sismica: 2

Santo patrono: Santi Pietro e Paolo

Giorno festivo: 29 giugno