San Nazario

Comune montano, le cui origini risalgono al periodo romano, con un’economia fondata principalmente sulle attività agricole e su quelle industriali. I sannazzaresi, per i quali si registra un indice di vecchiaia compreso nella media, vivono soprattutto nel capoluogo comunale e nelle località Carpanè, centro contiguo a Valstagna del comune omonimo, San Marino, centro contiguo al centro Costa del comune di Valstagna, Bortoli, Fabbri e Campardo (tra le più popolose). Il territorio presenta le oscillazioni altimetriche tipiche del paesaggio di montagna, con valori compresi tra i 128 metri e i 1.520 metri sul livello del mare. Analogamente, l’andamento plano-altimetrico dell’abitato, interessato da un fenomeno di forte espansione edilizia, è irregolare.

Storia

Le sue origini risalgono almeno all’espansione romana, che si estese sul territorio a partire dal II secolo a.C. e perdurò fino all’epoca delle invasioni barbariche, periodo in cui la Valle fu sottoposta ad alterne vicende. Solo con l’annessione del territorio da parte della Serenissima, ai primi del Quattrocento, si ristabilì un certo equilibrio socio-politico. Subì un’estenuante guerra dal 1508 fino al 1516, poiché sottoscrisse la propria fedeltà alla Repubblica leonina. Con la vittoria di Venezia seguì un lungo periodo di pace. Nel gennaio del 1805, fu annessa al Regno d’Italia e con la fine della dominazione napoleonica entrò a far parte del Lombardo-Veneto. Durante la prima guerra mondiale fu teatro di numerose e sanguinose battaglie e, negli anni a seguire, fu esposta al triste fenomeno dell’emigrazione. I terribili bombardamenti della seconda guerra mondiale le diedero un ulteriore colpo e non fu risparmiata dall’aggressione nazifascista con l’eccidio di Carpanè del 1944. Sono numerosi e interessanti i monumenti del suo patrimonio storico-architettonico, tra questi sono da segnalare: il monastero di S. Floriano, la testimonianza più antica (1124), dedicato alla Santa Croce; la parrocchiale di S. Nazario, ultimata nel 1612 e la cappella dedicata alla Madonna dell’Onda, eretta in seguito a una violenta alluvione avvenuta nel 1567 e meta di numerosi pellegrinaggi nel corso degli anni.

Monumenti

Carpanò -Valstagna S.Nazario S.Marino

Percorsi

Discesa del fiume Brenta

Discesa del fiume Brenta

<p>Discesa di un bel tratto del fiume <strong>Brenta,</strong> che attraversa la località di Valstagna con il tecnico e giocoso "campo di slalom", famoso per ospitare gare e gli allenamenti della Nazionale di Slalom Kayak e Canadese. Il...

Nazione: IT

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza

Indirizzo: Via Roma, 56

Telefono: 0424-98236

Fax: 0424-98373

Altitudine (min/max): Min:128 Max:1.520

Superfice (Kmq): 23.17

Popolazione: 1811

Nome abitanti: sannazaresi

Densità (ab. per Kmq): 0

Frazioni: Carpanò

Comuni limitrofi: Campolongo sul Brenta, Cismon del Grappa, Pove del Grappa, Solagna, Valstagna

Classe climatica: E

Classe sismica: 2

Santo patrono: San Nazario

Giorno festivo: 28 luglio