Tonezza del Cimone

Comune montano, di origine medioevale, i cui abitanti traggono sostentamento principalmente dalle attività industriali e da quelle commerciali. I tonezzani, per i quali si registra un elevato indice di vecchiaia, vivono per la maggior parte nel capoluogo comunale; il resto della popolazione si distribuisce in numerosi piccole località e in alcune case sparse. Il territorio presenta un profilo geometrico irregolare, caratteristica tipica del paesaggio montano, con variazioni altimetriche molto accentuate, comprese tra i 716 e i 1.853 metri sul livello del mare. Analogamente, l’andamento plano-altimetrico dell’abitato, interessato da un fenomeno di espansione edilizia, è tipico di montagna. Lo stemma comunale, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, rappresenta, in campo azzurro, il Sacello Ossario di Monte Cimone, accompagnato da un monte verde a quattro cime d’argento, accostato, in capo, da una saetta rossa bordata d’oro; la bordatura dello scudo è costituita di quattro pezzi dorati e verdi, di cui quello in punta, verde, raffigurante una stella d’argento.

Storia

Un piccolissimo paese di montagna nei primi anni del secondo dopoguerra tra povertà e miseria e le speranze di benessere che si affaccia con i primissimi movimenti turistici degli anni cinquanta e poi sessanta. Qui il turismo 'nobile' era già di casa a fine ottocento e ai primi del novecento, vanto di quegli anni era l'ospite illustre Antonio Fogazzaro che ambientò delle immagini nel suo 'Piccolo Mondo Moderno'. E' già passata una seconda guerra, ma le tracce della prima grande guerra sono molto vive. Tra queste pale boscose ed erbose, il Cimon (m.1230) e lo Spitz (m.1696), venne fermata una delle più violente ondate della Strafexpedition. Qui si combattè aspramente nel giugno 1916 e le tracce di quei giorni ancor oggi caratterizzano questi luoghi. Il paese è poca cosa, devono ancora svilupparsi gli insediamenti degli anni sessanta e settanta e le foto ne sono preziosi testimoni. Ora, finiti i tempi del turismo di massa, soprattutto di Vicentini e Padovani di pianura negli anni ottanta, la località si avvia ad una difficile trasformazione verso un turismo qualitativo e una nuova identità. Ma questa è altra storia.

Come arrivare

AUTO: La strada statale n. 350 di Folgaria e Val d’Astico corre a 11 km, mentre il casello autostradale più vicino di Piovene Rocchette, che immette sull’A31 Vicenza-Piovene Rocchette, dista 22 km. TRENO: I collegamenti con la rete ferroviaria avvengono mediante lo scalo più vicino, posto lungo la linea Vicenza-Schio, raggiungibile con un percorso di 27 km. AEREO: I terminali del traffico aereo sono, invece, più lontani: l’aeroporto di riferimento si trova, infatti, a una distanza di 116 km; l’aerostazione di Milano/Malpensa, utilizzata per le linee intercontinentali dirette, è posta a 273 km.

Monumenti

Ponte degli Alpini Villa Bianchi Michiel Villa Rezzonico-Borella Municipio (In Piazza Libertà)

Musei

Museo Civico (In Piazza Garibaldi) museo della ceramica (Palazzo Sturm) Ossario (Progettato dall’ing. Thom Cevese, venne inaugurato il 22 settembre 1929. Ospita le salme dei soldati italiani morti a seguito dell’esplosione di una mina austriaca che, il 23 settembre 1916, fece saltare la vetta del Monte Cimone .E’ visitabile e facilmente raggiungibile) Cimitero austro-ungarico in località Crosati (ospita le salme di militari austro-ungarici, morti sull’altopiano di Tonezza durante il primo conflitto mondiale) Museo etnografico “El caselo” dei Grotti, ovvero la “Civiltà agricola di montagna” (Informazioni: Ufficio IAT di Tonezza – Tel.: +39 0445 749500 Orario di apertura: Marzo e aprile: giovedì ore 9-11; da giugno a settembre: giorni feriali ore 9-11; da ottobre a febbraio: giovedì e sabato ore 9-11 Percorso museale: sala con videoproiezioni, camere del casaro, esposizione attrezzi, cucina e area didattica, ingresso e pesatura es.prima lavorazione, produzione del burro, “copare el mas-cio”)

Percorsi

Asiago - Storia in Altopiano e pedemontana (83Km)

Asiago - Storia in Altopiano e pedemontana (83Km)

<p>La storia ha lasciato segni evidenti tra queste montagne. A cominciare dalle origini dei suoi abitanti, che si vuole discendano dagli antichi <strong>Cimbri</strong> di provenienza nordica. La lingua cimbra, ormai in disuso, è presente ancora...

Nazione: IT

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza

Indirizzo: Via Roma, 28

Telefono: +39 0445749032

Fax: +39 0445749504

Altitudine (min/max): 716/1853

Superfice (Kmq): 14.35

Popolazione: 592

Nome abitanti: tonezzani

Densità (ab. per Kmq): 41

Frazioni:

Comuni limitrofi: Arsiero, Lastebasse, Valdastico

Classe climatica: F

Classe sismica: 2

Santo patrono: San Giacomo

Giorno festivo: 25 luglio